Scritto da: federicopalladini.it | 4 giugno 2016

“Come…”, il nuovo disco di Federico Palladini

foto-della-copertina-come

Venerdi 10 giugno: presentazione alla Saletta delle Arti (Via G. Matteotti - Frosinone)

Venerdi 17 giugno: Cantina Mediterraneo (Frosinone)

Che dire di “Come…”? È stato un po’ di tempo in attesa e poi, raccolte le sue forze, è sbocciato come un bucaneve ai margini del bosco.
Il brano-cardine, che apre e dà il titolo al cd, era un embrione di ninna nanna col tempo divenuto, in modo del tutto spontaneo, una raccolta di impressioni sinestetiche, una celebrazione della bellezza.
Per la prima volta c’è qualcosa in inglese. Oltre ad alcuni passaggi del coro di “La nave fantasma” (liberamente tratta da “L’Olandese volante” di Wagner), c’è anche, ed è la prima volta, un’intera canzone: “Demetra’s grace”.

Il disco è un tributo alla Natura.
E’ regina in “Nel bosco” e in “Varanasi” (come anima divina). Nel “Rantolo della gelosia” assume le forme di animali notturni ed inquietanti. E “I pesci nelle pozze” sono quelli che i sognatori come Syd Barrett cercano sulle strade bagnate, dopo la pioggia. E anche la bufera di neve di “Stanza d’inverno” e il mare verde e tropicale di “I tuoi occhi” sono alla fine un personale e sentito omaggio alla natura.
Ringrazio Giovanni Mancini, Massimo Campasso e Moreno Raponi, che mi hanno accompagnato in questa nuova avventura, e gli altri che hanno suonato qua e là (Matteo Panetta, Flavio Perrella, Ivan Liuzzo Davide Petrillo e l’intero Coro degli Spettri in “La nave fantasma”).

Track list

1. Come…
2. Il rantolo della gelosia
3. Nel bosco
4. Demetra’s grace
5. La nave fantasma
6. I pesci nelle pozze
7. Varanasi
8. Stanza d’inverno
9. I tuoi occhi

Lascia un commento

Il tuo commento:

Categorie:

Bad Behavior has blocked 23 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok